Bando Inail ed Ecobonus – Quale conviene di più?

bando inail
Indice del contenuto

Bando INAIL ed Ecobonus – Quale conviene di più nel rifacimento della Copertura?

Premessa: questo articolo è rivolto unicamente alle attività commerciali e non ai privati cittadini. Questo perché il confronto che andremo ad analizzare interessa il Bando ISI INAIL che proprio poiché promosso dall’ Istituto Nazionale per Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro è rivolto unicamente alle attività lavorative iscritte all’INAIL. Diversamente la parte riguardante l’Econobonus è valida sia per le attività economiche (persone giuridiche) che per i privati cittadini (persone fisiche). In questo caso consigliamo quindi di leggere la pagina dedicata cliccando qui.

BANDO INAIL

COS’É IL BANDO ISI INAIL?

Il Bando ISI INAIL anche chiamato semplicemente Bando INAIL o Bando Amianto è un concorso con il quale l’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro intende promuovere, attraverso un finanziamento, investimenti in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Esso è formulato sotto forma di Bando o Concorso in quanto i fondi messi a disposizione ogni anno sono limitati.

A CHI É RIVOLTO IL BANDO ISI INAIL?

L’iniziativa è rivolta a tutte le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla CCIAA ed all’INAIL.

QUALI PROGETTI SONO AMMESSI A FINANZIAMENTO?

Sono finanziabili i seguenti progetti, suddivisi in 5 Assi di finanziamento:

  • Asse di finanziamento 1 – Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale
  • Asse di finanziamento 2 – Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC)
  • Asse di finanziamento 3 – Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto 
  • Asse di finanziamento 4 – Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività
  • Asse di finanziamento 5 – Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli

In questo articolo ci occuperemo esclusivamente dell’ ASSE 3 in quanto oggetto dell’attività di GRUPPO TETTO360.

A QUANTO AMMONTA IL CONTRIBUTO DEL BANDO INAIL?

Il Contributo dell’INAIL ammonta al 65% della spesa complessiva con un massimale di € 130.000 di contributo effettivamente erogato. Il contributo è a Fondo Perduto.

REQUISITI PER ACCEDERE AL BANDO INAIL

soggetti destinatari degli incentivi al momento della domanda, devono soddisfare i seguenti requisiti:

  • essere iscritti al Registro delle Imprese della locale Camera di Commercio ed aver dichiarato l’inizio attività della sede operativa destinataria degli interventi da finanziarsi;
  • essere iscritti all’INAIL;
  • non trovarsi in stato di liquidazione volontaria, né essere sottoposti ad alcuna procedura concorsuale;
  • essere in regola con gli obblighi contributivi di cui al Documento Unico di Regolarità Contributiva (D.U.R.C.);
  • non aver ottenuto il provvedimento di concessione degli incentivi previsti dalle ultime tre edizioni del Bando;
  • è richiesto, inoltre, che il titolare o legale rappresentante non abbia subito condanne con sentenza passata in giudicato per i delitti di omicidio colposo o di lesioni personali colpose, se il fatto è commesso con violazione delle norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro o relative all’igiene del lavoro o che abbia determinato una malattia professionale;
  • l’immobile su cui insiste la copertura in lastre di cemento amianto deve essere nella disponibilità dell’impresa (in proprietà, locazione o comodato) alla data di pubblicazione dell’ Avviso Pubblico

ECOBONUS

COS’É L’ECOBONUS?

L’Ecobonus per gli interventi di efficienza energetica è un’agevolazione pubblica concessa sotto forma di detrazione Irpef o Ires, con la quale lo Stato promuove la riduzione delle emissioni inquinanti dovute alle attività residenziali e non, attraverso una migliore gestione dell’energia e la diminuzione degli sprechi termici.

QUALI PROGETTI SONO INCENTIVABILI CON L’ECOBONUS?

L’Ecobonus è molto articolato e complesso in quanto prevede meccanismi ed incentivi diversi per una moltitudine di tipologie di intervento.

In questo articolo tratteremo esclusivamente dell’Ecobonus del 65% relativo ad attività di rifacimento del tetto con efficientamento energetico. 

A CHI É RIVOLTO L’ECOBONUS 65?

  • Alle persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni
  • Ai contribuenti che conseguono reddito d’impresa (persone fisiche, società di persone, società di capitali)
  • Alle associazioni tra professionisti
  • Agli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale.

A QUANTO AMMONTA IL VALORE DELLA DETRAZIONE FISCALE?

Nel caso di riqualificazione energetica delle coperture (tetti) la detrazione fiscale spettante ammonta al 65% del valore dell’opera con un massimale di € 60.000 di effettiva detrazione per singola unità immobiliare.

QUALI SONO I REQUISITI PER ACCEDERE ALLA DETRAZIONE ECOBONUS?

I requisiti per accedere all’Ecobonus del 65% per la riqualificazione energetica delle coperture sono:

  • Che l’immobile sia provvisto di un impianto di climatizzazione invernale
  • Che l’intervento di rifacimento sia effettuato su strutture orizzontali o inclinate, delimitanti il volume riscaldato verso l’esterno (o verso vani non riscaldati)
  • Che siano rispettati i limiti di trasmittanza termica U previsti dall’ All. E del D.M. 06 agosto 2020

DIFFERENZE TRA BANDO INAIL ED ECOBONUS

Come detto più volte all’interno dell’articolo in questo raffronto prendiamo in considerazione unicamente gli interventi riguardanti il rifacimento della copertura.

Va detto quindi che il raffronto è valido nel caso di rifacimento del manto di copertura con presenza di Amianto in quanto il Bando INAIL anche detto Bando Amianto, a differenza dell’Ecobonus non è operante in assenza di copertura contenente fibre di Amianto da smaltire.

La seguente tabella può fornire, con una rapido colpo d’occhio, le principali differenze che esistono tra i due strumenti di agevolazione:

 Bando INAILECOBONUS 
Presenza Amiantonecessarianon necessaria
Presenza impianto di riscaldamentonon necessarianecessaria
Rispetto limiti di trasmittanza termicanon necessario (se non presente impianto di riscaldamento)necessario
AccessibilitàMolto difficoltosa a causa di fondi limitatiCerta in presenza dei requisiti
Tipologia di contributo65% del valore dell’opera a fondo perduto65% del valore dell’opera tramite detrazione fiscale
Tempi di attesa del contributofino a 1 anno da rendicontazione finale

10 anni senza cessione del credito

massimo 3 mesi con cessione del credito*

Limite massimo valore del contributo€ 130.000 per unità locale€ 60.000 per unità immobiliare

CONSIDERAZIONI FINALI SU BANDO INAIL ED ECOBONUS

Nel caso siano rispettati i requisiti previsti per la concessione dell’Ecobonus e nel caso il massimale di contributo sia sufficiente, esso è a nostro avviso estremamente più allettante in quanto non necessita di partecipazione a concorsi, la sua erogazione è certa e non è quindi necessario attendere molti mesi per sapere l’esito del concorso. Per contro il Bando Amianto ha un massimale molto più elevato ed è erogabile per tutte le tipologie di edificio anche se non riscaldate (e.g. magazzini, tettoie..)

*CESSIONE DEL CREDITO

La Cessione del Credito è un accordo tramite cui un soggetto trasferisci ad un altro il suo credito verso un debitore. Nel caso dell’ECOBONUS esso è stato reso possibile a partire dall’anno 2020. Con questo strumento è possibile cedere il credito maturato in seguito a interventi di riqualificazione energetica a favore di intermediari finanziari, i quali, in cambio di una piccola percentuale sullo stesso, metteranno nell’immediato la somma nella disponibilità del cedente il credito. Grazie alla Cessione del Credito derivante da Ecobonus 65, questa tipologia di incentivazione ha assunto un sempre maggior interesse ed importanza proprio perché il valore della detrazione diventa immediato!
RICHIEDI PREVENTIVO
Torna in alto