DETRAZIONE FISCALE 65% RISPARMIO ENERGETICO

Indice del contenuto

COSA SIGNIFICA DETRAZIONE FISCALE PER RISPARMIO ENERGETICO

La Detrazione Fiscale per il Risparmio Energetico è una agevolazione concessa per migliorare le prestazioni energetiche del patrimonio immobiliare Italiano al fine di contenere i consumi di energia primaria non rinnovabile (carbone, metano, petrolio..). L’Agevolazione consiste in una detrazione dall’IRPEF per le persone fisiche o dall’IRES per le aziende.

È importante inoltre precisare la terminologia usata in riferimento a questa agevolazione fiscale.

Tutte le seguenti espressioni hanno uguale significato:

  • Detrazione Fiscale per Risparmio Energetico
  • Detrazione Fiscale per Riqualificazione Energetica
  • Detrazione Fiscale per Efficienza Energetica
  • Ecobonus 2020

INTERVENTI AGEVOLABILI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

Gli interventi di riqualificazioni energetica sono quelli più dettagliatamente riportati nel capitolo successivo ma in via esemplificativa sono:

  • Sostituzione del manto di copertura con una nuova copertura isolata (vedi tabella con valori massimi di trasmittanza)
  • Realizzazione di cappotto termico o rivestimento di facciata coibentato(rientrante anche nel Bonus Facciate 2020)
  • Sostituzione degli infissi
  • Installazione di pannelli solari termici (non fotovoltaici)
  • Sostituzione della vecchia caldaia con nuova caldaia a condensazione
  • Schermature solari
  • Installazione di caldaie a biomasse

VALORI LIMITE DI TRASMITTANZA PER DETRAZIONE FISCALE 65%

La seguente tabella illustra i valori massimi di trasmittanza per gli interventi legati alle prestazioni termiche dell’involucro edilizio

Valori Limite di Trasmittanza Allegato B Tabella 2 DM 11 marzo 2008

VALORE DELLA DETRAZIONE PER RISPARMIO ENERGETICO

Le percentuali di detrazione variano a seconda che l’intervento riguardi la singola unità immobiliare o gli edifici condominiali e dell’anno in cui è stato effettuato. In entrambi i casi il valore della detrazione è da suddividere in 10 rate annuali di pari importo.

Percentuali di Detrazione per Singole Unità Abitative e Parti comuni di Edifici Condominiali:

detrazione fiscale del 65% per le spese sostenute fino al 31/12/2020 per:

  • Riduzione del Fabbisogno Energetico per il riscaldamento
  • L’installazione di pannelli solari (termici e non fotovoltaici)
  • La sostituzione di impianti di climatizzazione invernale
  • L’installazione di impianti di climatizzazione invernale a biomasse (con limite del valore della detrazione di 30.000€)
  • Installazione di strumenti multimediali di controllo degli impianti di riscaldamento e climatizzazione
  • La sostituzione di impianti di micro-generazione
detrazione fiscale del 50% per le spese sostenute fino al 31/12/2020 per:
  • Sostituzione di finestre comprensive di infissi
  • Installazione di schermature solari (con limite del valore della detrazione di 60.000€)

Percentuali di Detrazione per Parti Comuni di Edifici Condominiali:

  • 70%, se gli interventi interessano l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dello stesso edificio
  • 75%, quando gli interventi sono diretti a migliorare la prestazione energetica invernale ed estiva e purché conseguano almeno la qualità media indicata nel decreto del Ministro dello sviluppo economico del 26 giugno 2015 (Linee guida nazionali per la certificazione energetica).
Queste maggiori detrazioni valgono per le spese effettuate fino al 31 dicembre 2021 e vanno calcolate su un ammontare complessivo non superiore a 40.000 € per ogni unità immobiliari che compone l’edificio.

DETRAZIONE MASSIMA PER LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

  • Riqualificazione Energetica di edifici esistenti € 100.000
  • Su parti dell’involucro dell’edificio esistente (tetto, finestre, pareti…) € 60.000
  • Installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda € 60.000
  • Sostituzione di caldaie con installazione di sistemi a condensazione € 30.000
  • Schermature solai € 60.000
  • Impianti a biomasse € 30.000

CHI PUO CHIEDERE LA DETRAZIONE FISCALE PER RISPARMIO ENERGETICO

Possono usufruire dell’agevolazione per risparmio energetico:

  • le persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni
  • i contribuenti che conseguono reddito d’impresa
  • le associazioni tra professionisti
  • gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale
  • dagli Istituti autonomi per le case popolari
  • dalle cooperative di abitazione a proprietà indivisa

Tra le imprese possono accedere quelle di qualsiasi forma giuridica

Tra le persone fisiche possono accedere oltre ai proprietari degli immobili anche tutte le persone aventi un diritto reale sull’immobile quali gli affittuari e coloro che hanno l’immobile in comodato d’uso.

IVA AGEVOLATA PER LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

È prevista l’applicazione dell’aliquota ridotta la 10% se gli interventi riguardano attività di manutenzione ordinaria e straordinaria di edifici residenziali.

QUALI SONO I DOCUMENTI PER LA DETRAZIONE FISCALE DEL 65%

Documenti per beneficiare della detrazione fiscale per risparmio energetico del 65%

  • l’asseverazione da parte di un professionista abilitato, che dimostri che l’intervento realizzato è conforme ai requisiti tecnici richiesti
  • l’attestato di prestazione energetica (APE), finalizzato ad acquisire i dati relativi all’efficienza energetica dell’edificio
  • la scheda informativa relativa agli interventi realizzati, redatta secondo lo schema riportato nell’allegato E o F del decreto attuativo (D.M. 19 febbraio 2007)

Entro 90 giorni dalla fine dei lavori occorre trasmettere all’Enea:

  • le informazioni contenute nell’attestato di prestazione energetica, tramite l’allegato A al “decreto edifici” (D.M. 19 febbraio 2007)
  • la scheda informativa (allegato E o F al “decreto edifici”), relativa agli interventi realizzati

Come fare i bonifici per la detrazione fiscale risparmio energetico

 La modalità di pagamento sono differenti a seconda che il soggetto sia titolare o meno di reddito d’impresa. In particolare:
  • i contribuenti non titolari di reddito di impresa devono effettuare il pagamento delle spese sostenute mediante bonifico bancario o postale 
  • i contribuenti titolari di reddito di impresa sono invece esonerati dall’obbligo di pagamento mediante bonifico bancario o postale. In tal caso, la prova delle spese può essere costituita da altra idonea documentazione.

Nel modello di versamento con bonifico bancario o postale vanno indicati:

  • la causale del versamento, con indicazione degli estremi della norma agevolativa
  • il codice fiscale del beneficiario della detrazione
  • il numero di partita Iva o il codice fiscale del soggetto a favore del quale è effettuato il bonifico (ditta o professionista che ha effettuato i lavori).
Comunicando in banca il motivo del versamento saranno loro a preoccuparsi di predisporre il bonifico nel giusto modo. Stessa cosa vale per i bonifici eseguiti da Internet Banking per i quali esiste una apposita sezione dedicata ai Bonifici per Detrazione Fiscale.

GUIDA DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE PER IL RISPARMIO ENERGETICO

Per maggiori approfondimenti di invitiamo a scaricare la Guida della Agenzia delle Entrate

Guida agenzia entrate detrazione fiscale risparmio energetico

RICHIEDI UN PREVENTIVO
DOVE LAVORIAMO

TETTO360.it opera nelle provincie di:

Piemonte: Torino, Cuneo, Asti, Verbano-Cusio-Ossola, Alessandria, Novara, Vercelli, Ivrea, Biella

Valle d’Aosta

Liguria: Imperia, Genova, La Spezia, Savona

Lombardia: Milano, Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Monza Brianza, Pavia, Sondrio, Varese

Veneto: Venezia, Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Verona, Vicenza

Friuli Venezia Giulia: Udine, Pordenone, Trieste, Gorizia

Trentino Alto Adige: Trento, Bolzano

Emilia Romagna: Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì Cesena, Rimini

Toscana: Massa e Carrara, Lucca, Pistoia, Prato, Pisa, Firenze, Arezzo, Siena, Grosseto, Livorno

Torna su