Privacy Policy Cookie Policy

Posa coperture metalliche

Follow us
Facebook Linkedin Instagram YouTube

POSA COPERTURE METALLICHE

Siamo soliti associare la posa di coperture metalliche in lamiere grecate e pannelli coibentati agli edifici produttivi, terziari o del terziario avanzato. Questo perché  le persone immaginano il classico tetto coperto da tegole o coppi in laterizio.

In realtà, oggi è possibile impiegare metalli e leghe anche per le coperture civili con notevoli benefici. Soprattutto grazie a progetti di design e ad una continua ricerca nel settore delle costruzioni, oggi si abbinano rivestimenti metallici con pannellature isolanti, denominate a “sandwich”. La copertura metallica, grazie alla sua resistenza e leggerezza, diviene una scelta valida alla quale è possibile agganciare pannelli fotovoltaici piuttosto che sistemi di ancoraggio specifici (per esempio la tenuta della neve).

Le coperture metalliche hanno ottime caratteristiche di tenuta all’acqua, hanno basso peso, sono veloci da posare ed hanno costo contenuto.

È fondamentale che la posa delle coperture metalliche sia eseguita da personale competente, al fine di evitare errori che potrebbero generare infiltrazioni pericolose.

La posa di coperture metalliche può avvenire su supporti diversi quali:

  • Solette di copertura in latero-cemento
  • Solette di copertura in Cemento Armato Prefabbricato C.A.P.
  • Strutture in legno con o senza tavolato
  • Strutture di copertura in travi di cemento
  • Strutture di copertura in ferro

VEDI MATERIALI PER COPERTURE METALLICHE

Lamiere Grecate
Lamiere Grecate
Lamiere a Giunto drenante
Lamiere a Giunto Drenante
Lastre finto coppo
Finto Coppo
Pannelli Coibentati
Pannelli Coibentati

Evitare la formazione di condensa

Tutte le coperture metalliche sebbene abbiano ottime caratteristiche di tenuta all’acqua, sono ottime conduttrici termiche e una stratigrafia mal concepita potrebbe determinare la formazione di condensa verso il lato interno dell’edificio. La condensa, che si forma quando aria calda e umida giunge a contatto con una superficie molto fredda,può formarsi durante la stagione invernale oppure nelle ore notturne e del primo mattino nelle altre stagioni. Per evitare la formazione di condensa è necessario anteporre al manto di copertura una barriera al vapore che impedisca all’aria calda ed umida di giungere a contatto con la lamiera. La barriera al vapore può essere realizzata in diversi modi e questo dipende anche dalla struttura portante. I pannelli pre-coibentati non necessitano invece di una barriera al vapore in quanto l’isolante stesso svolge tale funzione.

Il fissaggio

Altro aspetto fondamentale nella posa di coperture metalliche è il calcolo del giusto numero e tipologia di fissaggi che è funzione  della zona geografica di collocazione e più in generale dei carichi che la copertura dovrà sopportare. Il fissaggio tipicamente utilizzato nella posa di coperture metalliche è costituito da una vita detta “Tirafondo”  e da una guarnizione in gomma EPDM  o Poliuretanica. É necessario inoltre prestare attenzione alla compatibilità chimica tra elementi metallici differenti il cui esempio più classico e l’erroneo utilizzo di viti zincate a contatto con lamiere di alluminio. In questo caso la differenza di potenziale elettrico tra i due metalli genera la migrazione di elettroni dal metallo con carica elettrica maggiore verso quello con carica minore generando un effetto corrosivo di entrambi i metalli. Nel caso di coperture in alluminio ed in rame è obbligatorio utilizzare fissaggi in acciaio inox.

24 Agosto 2018